Quanta (in)giustizia vi è online

Tempo di lettura: 1 minuti

Per quale ragione è importante parlare di giustizia e/o ingiustizia online? Perché è sempre più frequente assistere a soprusi, “abusi” degli strumenti informatici o più semplicemente ad atti di prevaricazione illegittimi messi in atto con naturalezza da individui che il più delle volte non considerano affatto le reali conseguenze a cui vanno incontro; ancor più grave l’atteggiamento di coloro che agiscono in tal modo per un semplice vezzo propagandistico, sorretto da commenti e incitazioni di consenso.

Approfondendo la definizione di Giustizia (ricavabile banalmente da Wikipedia) leggiamo che: “La giustizia è l’ordine virtuoso dei rapporti umani in funzione del riconoscimento e del trattamento istituzionale dei comportamenti di una persona o di più persone coniugate in una determinata azione secondo la legge o contro la legge. Per l’esercizio della giustizia deve esistere un codice che classifica i comportamenti non ammessi in una certa comunità umana, e una struttura giudicante che traduca il dettame della legge in una conseguente azione giudiziaria“.

Certamente non è mia intenzione compiere una ricerca empirica sulla terminologia stessa; ma per essere brevi: nascondersi dietro un falso profilo, avatar o possedere identità multiple, fingendosi in un’altra nazione o credere di vivere un’altra vita sono tutte circostanze che minano la stessa esistenza dell’individuo in carne ed ossa. Una maschera che sarà sempre possibile rimuovere, ma che grazie alla quale si “crede” di vivere senza problemi, giustificando un atteggiamento anche aggressivo e violento come ci racconta la cronaca nera di questi giorni: mariti che ammazzano le mogli pubblicando slogan sulla loro bacheca.

Allora a chi serve tutto questo, a cosa serve questo atteggiamento, ma ancor più ingiusto è cancellare un profilo per colpa di qualche perseguitatore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.