Uomo – macchina: è solo questione di energia

Tempo di lettura: 0 minuti

Il corpo umano ha bisogno di bruciare calorie per generare energia, che sarà impiegata per il corretto funzionamento dei vari organi. Anche un dispositivo hardware per funzionare ha bisogno di energia o più banalmente dev’essere alimentato da corrente elettrica; questa sarà trasformata dai transistor, interpretata in sequenze numeriche binarie e convertita in dati intellegibili, consentendo il funzionamento di tutte le perifericheb I/O.
Senza energia l’uomo non potrebbe vivere, proprio come un computer non potrebbe funzionare; in entrambi i casi saremmo dinanzi a parti fisiche toccabili ma inanimate, soggette all’usura del trascorrere temporale.

Aristotele è stato il primo a comprendere e ad introdurre il concetto di energia discernendo la “potenza” propria della materia informe, dalla reale capacità di far assumere in atto. Con la presenza e assenza di energia tutto prende vita, una continua alternanza con la quale è possibile determinare l’evoluzione delle cose.

Ma in fondo, l’uomo potrà raggiungere l’eternità nel momento in cui discernerà la sua “energia” dal corpo, ammesso che ciò fosse possibile. La macchina potrà diventare eterna quando acquisirà conoscenza di sè, quindi sarà in grado di procurarsi energia per “alimentarsi” e saprà realizzare e rimpiazzare nuove componentistiche  hardware ormai obsolete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.